Fondo impresa femminile 2022

Fondo impresa femminile 2022

Al via il Fondo impresa femminile, l’iniziativa del ministero dello Sviluppo economico con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a favore dell’imprenditoria femminile. Ecco quello ce c’è da sapere per beneficiare dell’incentivo

Dal 5 maggio prende il via il Fondo impresa femminile che incentiva le donne ad avviare e rafforzare nuove attività per realizzare progetti innovativi nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo.

La misura dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a circa 200 milioni di euro, di cui 160 milioni di risorse PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza promosso dal Ministero dello sviluppo economico, e 40 milioni di euro stanziati dalla legge di bilancio 2021.

Ecco quello che c’è da sapere sul Fondo impresa femminile destinato alle donne che vogliono avviare nuove attività imprenditoriali o rafforzare attività esistenti.

Cos’è il Fondo impresa femminile
Destinatari dell’incentivo
Cosa può essere finanziato con il Fondo impresa femminile
Come e quando presentare la domanda per usufruire del Fondo impresa femminile
Per saperne di più
Approfitta del Fondo per farti conoscere online con Register.it

Cos’è il Fondo impresa femminile

Il Fondo impresa femminile è l’incentivo nazionale, promosso dal Ministero dello sviluppo economico e gestito da Invitalia, che sostiene la nascita e il consolidamento delle imprese guidate da donne.

L’incentivo prevede contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per programmi di investimento nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo.

La misura rientra nel pacchetto di interventi promossi dal Ministero a sostegno della impresa femminile, indicati come prioritari nella missione “Inclusione e coesione” del PNRR.

Destinatari dell’incentivo

Il Fondo sostiene le imprese femminili di qualsiasi dimensione, già costituite o di nuova costituzione, con sede in Italia

La misura si rivolge a quattro tipologie di imprese femminili:

  • cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie
  • società di capitali con quote e componenti degli organi di amministrazione per almeno i due terzi di donne
  • imprese individuali con titolare donna
  • lavoratrici autonome con partita IVA.

Cosa può essere finanziato con il Fondo impresa femminile

Le attività finanziabili variano a seconda della tipologia del soggetto richiedente:

  • Nel caso di nuova impresa o di impresa costituita da meno di 12 mesi, la richiesta può riguardare progetti di investimento fino a 250 mila euro;
  • Nel caso di un’impresa attiva da più di 12 mesi, si possono presentare progetti d’investimento fino a 400 mila euro per sviluppare nuove attività o per ampliare attività esistenti.

In entrambi i casi, non è richiesto un valore minimo del progetto d’investimento ed il progetto dovrà essere realizzato in 24 mesi.

Al momento della compilazione della domanda le proponenti possono inoltre richiedere il servizio di assistenza tecnico-gestionale che comprende:

  • Un tutoraggio – in fase di realizzazione del progetto – per accompagnare le imprese nell’utilizzo delle agevolazioni, supportarle nel predisporre le richieste di erogazione del finanziamento o altra documentazione di progetto, e trasferire competenze specialistiche, mediante incontri on line o in presenza che verranno pianificati insieme al tutor.
  • Un voucher di 2 mila euro da utilizzare a copertura del 50% del costo sostenuto dalle imprese per l’acquisto di servizi di marketing o comunicazione strategica del valore minimo di 4 mila euro.

Come e quando presentare la domanda per usufruire del Fondo impresa femminile

Il calendario delle domande

Le domande potranno essere inviate da maggio, con un calendario differenziato in base al tipo di contributo richiesto:

  • Per l’avvio di nuove imprese femminili o costituite da meno di 12 mesi: la compilazione delle domande è possibile dalle ore 10:00 del 5 maggio 2022 mentre la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 19 maggio 2022.
  • Per lo sviluppo di imprese femminili costituite oltre 12 mesi: la compilazione delle domande è possibile dalle ore 10:00 del 24 maggio 2022 mentre la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 7 giugno 2022.

Non è prevista una data di chiusura dello sportello per la presentazione delle domande. Lo sportello rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse.

Modalità di presentazione delle domande

La presentazione delle domande è da effettuare sulla piattaforma online di Invitalia, che verrà attivata in funzione delle date di apertura dello sportello.

La piattaforma sarà raggiungibile dal sito web di Invitalia, dal lunedì al venerdì (esclusi i giorni festivi) dalle ore 10.00 alle ore 17.00.

Per accedere alla piattaforma è necessario essere in possesso di una identità digitale SPID.

Inoltre, è importante disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del legale rappresentante delle società già costituita al momento della presentazione, oppure della persona fisica in qualità di socio o soggetto referente della società costituenda.

Leggi anche “SPID. A cosa serve e come richiederlo

In fase di compilazione, la piattaforma effettuerà alcuni controlli automatici con il Registro delle imprese che permetteranno una veloce segnalazione di eventuali informazioni da aggiornare o rettificare per presentare la domanda in modo corretto.

La compilazione si concluderà con il rilascio del “codice di predisposizione della domanda”, che servirà in fase di presentazione della domanda.

Per saperne di più

Per una panoramica completa ed esaustiva del Fondo impresa femminile si rimanda a:

  • La pagina dedicata sul sito web del ministero dello Sviluppo economico
  • La pagina dedicata sul sito web di Invitalia, il soggetto gestore della misura.

Approfitta del Fondo per farti conoscere online con Register.it

Al giorno d’oggi qualsiasi tipo di attività necessita di un sito web. Un’attività senza sito è un negozio senza insegna. Prima di acquistare un prodotto o di contattare un’azienda per un servizio le persone si informano onlineeun’attività che non è presente online è come se non esistesse agli occhi dei suoi potenziali clienti.

Se è vero che oggi la presenza sul web è fondamentale è altrettanto vero che per emergere nel mare di Internet i siti web devono essere correttamente ottimizzati per comparire nei risultati dei motori di ricerca e correttamente promossi su Google e sui Socia Media. Tutte queste attività rientrano nel web marketing e oggi puoi approfittare del Fondo impresa femminile per far conoscere online la tua attività.

Leggi anche “Cos’è il web marketing?

Il Fondo impresa femminile prevede, fra le varie attività finanziabili, un voucher di 2 mila euro da utilizzare a copertura del 50% del costo sostenuto per l’acquisto di servizi di marketing e le attività di web marketing rientrano in questa tipologia di servizi.

Gli esperti di Register.it sono a tua completa disposizione per una consulenza sui servizi di web marketing più utili alla tua azienda. Contattaci senza impegno  per un preventivo gratuito.

Se la tua attività è nuova e ancora non hai un sito web la web agency di Register.it può realizzare per te qualsiasi tipo di progetto online sulla base delle tue esigenze.

Compila in form e un nostro consulente risponderà a tutte le tue domande.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto