SPID, quante identità digitali posso avere?

SPID, quante identità digitali posso avere?

Quanti SPID si possono avere? È possibile gestire più di un’identità digitale? Ecco la risposta.

SPID è l’acronimo di Sistema Pubblico d’Identità Digitale, e rappresenta l’identità digitale con cui il cittadino accede ai servizi pubblici della Pubblica Amministrazione.

Orami avere SPID è praticamente necessario per ogni cittadino italiano per poter accedere ai servizi online degli enti pubblici come, ad esempio, il portale dell’INPS o il sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Inoltre, sarà sempre di più indispensabile che ogni persona attivi questa forma di autenticazione considerando che da qualche mese SPID è obbligatorio per accedere a tutti i siti della PA e che tutte le vecchie credenziali di autenticazione ai vari portali della Pubblica Amministrazione verranno disattivate entro il 30 settembre 2021.

Vista la crescente utilità di SPID molti utenti si chiedono se è possibile gestire più identità digitali in contemporanea. Scopriamo insieme la risposta.

Quanti SPID si possono avere?

È possibile per un cittadino avere e gestire più identità digitali?

La risposta e sì. Non esiste un limite normativo al numero di Identità Digitali SPID che si possono avere.

Ogni cittadino può richiedere più di una identità digitale – anche con diversi livelli di sicurezza – e ha l’opportunità di rivolgersi a Identity provider diversi visto che l’identità digitale può essere certificata da più di un gestore.

Anche se non esistono limiti al numero di credenziali SPID che si possono attivare il buon senso suggerisce di non eccedere per varie ragioni:

  • Non ci sono vantaggi ad avere più identità digitali dello stesso tipo.
  • Gestire troppe identità digitali in contemporanea può generare confusione (troppi codici da ricordare).
  • L’attivazione di SPID non è sempre gratuita, quindi avere più identità SPID potrebbe significare anche avere più costi.

I cittadini che sono in possesso di due o più identità digitali di pari livello fornite da diversi gestori possono tranquillamente alternare l’uso delle varie identità digitali per accedere ai servizi online forniti dalla Pubblica Amministrazione. La PA sarà infatti in grado di riconoscere il cittadino e di consentirgli l’accesso ai propri dati e alle proprie pratiche a prescindere dall’identità SPID utilizzata.

È possibile richiedere e attivare SPID per un altro soggetto?

Per quanto riguarda la possibilità di attivare le credenziali SPID per un soggetto terzo si deve tenere presente che SPID è strettamente personale, pertanto, per ogni identità SPID intestata a persona diversa bisogna utilizzare un numero di telefono e indirizzo email differente.

Non è necessario che l’indirizzo email e il numero di telefono siano intestati alla persona che richiede SPID ma devono rappresentare strumenti di utilizzo personale, anche ai fini delle verifiche di sicurezza.

Su Register.it, Identity Provider accreditato al rilascio dell’identità digitale è possibile richiedere SPID anche per soggetti terzi e assistere la persona interessata nel processo di identificazione via webcam indispensabile per il rilascio delle credenziali SPID personali.

Come richiedere SPID

Il modo migliore per richiedere a attivare SPID è quello di rivolgersi a Register.it, Identity Provider autorizzato e seguire i vari step di autenticazione per il rilascio dell’Identità Digitale.

Su Register.it l’attivazione di SPID è semplice e veloce tramite Spid Power ed include il riconoscimento via webcam e l’accesso ad un’area riservata con assistenza dedicata via WhatsApp e contenuti esclusivi sull’uso di SPID.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto