INPS e SPID: al via la delega per l’accesso ai servizi online

In vista dell’abolizione a settembre del PIN, dal 16 agosto è possibile delegare l’accesso ai servizi online dell’INPS. Il delegato potrà accedere con il proprio SPID, il Sistema Pubblico d’Identità Digitale.

Dal 16 agosto i cittadini impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online INPS possono delegare un’altra persona di fiducia all’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’Istituto.

La novità è annunciata nella circolare INPS N 127 del 12 agosto in cui viene confermata anche la dismissione del PIN INPS, a decorrere da settembre, in favore delle identità digitali per l’autenticazione e l’accesso ai servizi web.

In vista di tale dismissione, con questa funzionalità, INPS ha voluto dare precedenza all’esigenza dei cittadini che sono impossibilitati ad utilizzare in autonomia i servizi online INPS, fornendo uno strumento che consente al delegato di accedere ugualmente ai servizi online.

Vediamo insieme come funziona la delega SPID per l’INPS e tutti i dettagli della novità.

Delega INPS delle identità digitali dei cittadini
Come richiedere la delega
Durata della delega e revoca
Utilizzo, vincoli e restrizioni
Come richiedere SPID per la delega INPS

Delega INPS delle identità digitali dei cittadini

Dal 16 agosto ogni cittadino potrà delegare un’altra persona, in possesso di identità digitale SPID CIE o CNS, a operare per conto suo nei confronti dell’INPS.

Questa nuova possibilità risponde alle esigenze di diverse categorie:

  • Persone che non riescono a usare da soli i servizi online e preferiscono affidarsi ad altri.
  • Esercenti la potestà genitoriale.
  • Tutori, curatori, amministratori di sostegno che rappresentano altri individui.

La delega non serve solo per le operazioni online tramite sito web dell’INPS, ma può essere utilizzata anche per richieste presso gli sportelli.

Leggi anche: “Delega SPID. Come funziona?”

Come richiedere la delega

La richiesta può essere effettuata direttamente dal delegante presso una qualsiasi struttura territoriale dell’INPS esibendo la seguente documentazione:

  • Modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale.
  • Copia del documento di riconoscimento del delegante.

È consentita la richiesta della registrazione della delega da parte di persona diversa dal delegante solo nei seguenti casi:

  1. Tutori, curatori e amministratori di sostegno.
  2. Esercenti la potestà genitoriale.
  3. Maggiorenni impossibilitati a recarsi presso una sede INPS per motivi di salute.

Durata della delega e revoca

La delega può essere a tempo (fino alla data indicata nel modello da presentare all’INPS) o senza scadenza, in assenza di una data di fine della validità.

Il delegante può comunque revocare la delega in qualsiasi momento, anche attraverso la propria identità digitale, a meno che si tratti di persona sotto tutela, curatela, amministrazione di sostegno.

Utilizzo, vincoli e restrizioni

La delega serve per le operazioni online tramite sito internet e può essere utilizzata anche per richieste presso qualsiasi sportello INPS. Nel primo caso, una volta effettuato l’accesso con la sua identità, il delegato dovrà scegliere se operare a suo nome o a nome del delegante.

Ogni delegante può indicare un solo delegato, mentre il delegato o può avere un massimo di cinque deleghe. Il limite delle cinque deleghe non si applica ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno.

Come richiedere SPID per la delega INPS

Per richiedere e attivare le proprie credenziali SPID  basta rivolgersi a Register.it, Identity Provider accreditato dell’Identità Digitale.

Su Register.it l’attivazione di SPID è semplice e veloce tramite Spid Power ed include il riconoscimento via webcam e l’accesso ad un’area riservata con assistenza dedicata via WhatsApp e contenuti esclusivi sull’uso di SPID.

Attiva subito le tue credenziali SPID. Il Sistema Pubblico d’Identità Digitale e ormai indispensabile e ti consente di accedere con un solo userid e una sola password a tutti servizi online della Pubblica Amministrazione.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto