SPID per minori. Novità in arrivo

SPID per minori. Novità in arrivo

AGID ha pubblicato le linee guida operative per il rilascio dell’identità SPID per i minorenni. Saranno i genitori a richiedere SPID per loro.

Anche per i minori sarà possibile avere la propria identità digitale SPID per poter fruire di servizi online in piena sicurezza e tutela dei dati. Con il provvedimento n. 51 del 3 marzo 2022, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 18 marzo scorso, AGID (l’Agenzia per l’Italia Digitale) ha pubblicato le linee guida operative per il rilascio dell’identità ditale per i minorenni.

Scopriamo insieme come si potrà richiedere e come funzionerà lo SPID per minori.

SPID per minorenni. Come funzionerà?

L’AGID prevede trattamenti e servizi diversi per minori over e under 14:

  • I ragazzi sopra i 14 anni potranno dotarsi di un’identità SPID per accedere ai servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione a loro rivolti.
  • Gli under 14 potranno utilizzarlo solo per i servizi online forniti dalle scuole.

A richiedere SPID per i minorenni saranno i genitori, o coloro che esercitano la responsabilità genitoriale, utilizzando le proprie credenziali SPID di livello 2 che serviranno anche per gestire l’identità del minore.

Leggi anche “SPID. Quali sono le differenze fra i vari livelli di sicurezza?

Per la fase di identificazione, il minore dovrà essere affiancato dal genitore e non sarà obbligatorio fornire un numero di cellulare. Infatti, in assenza di un numero specifico, le comunicazioni inerenti la sicurezza (alert di sicurezza, procedure di recupero delle credenziali, ecc) saranno inviate al numero di telefono del genitore.

Rilasciate le credenziali SPID al minore il genitore potrà gestire l’identità digitale del figlio mediante il proprio SPID.

In pratica, quando il minore tenterà di accedere a un servizio che prevede l’utilizzo di SPID il sistema invierà al genitore una notifica push e, utilizzando le proprie credenziali SPID, il genitore potrà controllare, confermare o interrompere qualunque richiesta proveniente dall’identità digitale del figlio.

Al raggiungimento della maggiore età, i ragazzi potranno decidere se mantenere l’identità digitale già ottenuta, eliminando i legami con l’identità digitale del genitore, o se revocarla.

Spid per minorenni: i servizi dedicati.

L’utilizzo di SPID per i bambini sotto i 14 anni sarà possibile solo per i servizi online offerti dalle scuole come, ad esempio, il registro elettronico. Per questa fascia d’età è previsto un periodo sperimentale fino al 30 giugno 2023, garantendo comunque l’accesso ai servizi online della scuola senza l’utilizzo di SPID, con le modalità già in uso.

I ragazzi sopra i 14 anni potranno invece utilizzare le proprie credenziali SPID per accedere aid alcuni servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione come l’INPS, il Fascicolo Sanitario Elettronico o i servizi per la verifica dei punti sulla patente AM per i ciclomotori.

Come richiedere SPID

In attesa della messa in opera delle linee guida AGID per il rilascio di SPID ai minori tutti i genitori possono intanto procedere all’attivazione delle proprie credenziali SPID rivolgendosi a Register.it, Identity Provider accreditato al rilascio dell’Identità Digitale.

Su Register.it l’attivazione di SPID è facile e veloce ed è possibile richiedere SPID per uso privato e per uso professionale 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto