Fattura elettronica e prestazioni sanitarie 2020

Fattura elettronica e prestazioni sanitarie 2020

Nel 2019 le esigenze di tutela della privacy hanno portato al divieto di emissione di fattura elettronica per le prestazioni sanitarie rese a privati… e per il 2020? Ci saranno delle novità?

Il diritto alla protezione dei dati personali ha avuto delle dirette conseguenze sugli adempimenti fiscali di fatturazione degli operatori sanitari, considerata la delicatezza dell’oggetto e delle finalità dei loro trattamenti.

Per le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di persone fisiche sussiste infatti un divieto di emissione di fattura elettronica tramite il Sistema di Interscambio (SDI). Tale divieto è stato recentemente esteso anche al 2020 dal DL n.124 del 26.10.2019.

Fattura elettronica e prestazioni sanitarie: I medici non possono inviare fatture elettroniche allo SDI

Il già citato DL 124/2019 prevede anche per il 2020 il divieto di emissione delle fatture elettroniche in formato XML per le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti delle persone fisiche.

Queste operazioni dovranno essere quindi documentate con fatture in formato analogico o in formato elettronico, ma senza utilizzare il Sistema di Interscambio come canale di invio.

Per quanto riguarda le prestazioni non sanitarie gli operatori possono emettere fattura elettronica tramite SDI solo nel caso in cui esse non contengano elementi da cui sia possibile desumere informazioni sullo stato di salute del paziente.

Fattura elettronica e prestazioni sanitarie verso non residenti in Italia

La necessità di tutelare i dati personali legati alla salute dei contribuenti ha come naturale conseguenza il divieto all’invio di tali dati anche nei confronti di soggetti non residenti o non stabiliti nel territorio dello Stato. 

In definitiva, nel rispetto del trattamento dei dati sensibili, le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di persone fisiche, residenti e non residenti, non vanno documentate con fattura elettronica inviata tramite SdI né vanno comunicate tramite esterometro.

Per maggiori approfondimenti sull’esterometro e sulla fatturazione elettronica verso clienti non residenti in Italia leggi  “Fattura elettronica per l’estero, cosa fare con i clienti stranieri

Fattura elettronica e prestazioni sanitarie verso persone non fisiche

Per le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di soggetti diversi dalle persone fisiche cade la necessita di tutela dei dati personali.

Tali prestazioni vanno quindi documentate tramite fattura elettronica inviata attraverso il Sistema di Interscambio.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto