Fattura elettronica per l’estero, cosa fare con i clienti stranieri

Fattura elettronica verso l’estero: obbligo, vantaggi e modalità

Il 1° luglio 2022 andrà in pensione l’esterometro e per l’emissione di fatture verso clienti non residenti in Italia si dovrà obbligatoriamente utilizzare la fatturazione elettronica.

Secondo la Legge di Bilancio 2018 l’obbligo di emissione della fattura elettronica riguarda solo i soggetti residenti e stabiliti sul territorio italiano. Con l’introduzione della fatturazione elettronica fra privati il 1°gennaio 2019 è partito anche l’obbligo di trasmissione dell’esterometro per le operazioni transfrontaliere.

Nel 2022 le modalità di fatturazione verso l’estero cambieranno: 1° luglio 2022 verrà abolito l’eterometro e le operazioni trasfrontaliere potranno essere trasmesse esclusivamente tramite fattura elettronica.

Facciamo un po’ di chiarezza sull’emissione delle fatture verso clienti non residenti in Italia in vista delle novità del 2022.

Cos’è l’esterometro?

L’esterometro è una comunicazione telematica che riepiloga fatture emesse e ricevute con soggetti non stabiliti nel territorio italiano.

Per il momento, i soggetti obbligati ed esonerati dall’esterometro sono gli stessi della fatturazione elettronica:
Sono obbligati sono tutti i soggetti titolari di partita IVA,
Sono esonerati sono i contribuenti che rientrano nel regime dei “minimi” o in quello dei “forfettari”.

Chi lavora con clienti esteri può quindi inviare loro fatture in formato cartaceo comunicando i dati mediante l’esterometro oppure scegliere di usare la fatturazione elettronica anche nei confronti di tali soggetti.  

Fattura elettronica per l’estero. Le novità del 2022

Nel 2022 l’eterometro andrà in pensione e per l’emissione di fatture verso clienti non residenti in Italia si dovrà obbligatoriamente utilizzare la fatturazione elettronica.

Inizialmente la Manovra 2022 aveva indicato il 1° gennaio 2022 come data per l’abolizione della comunicazione delle operazioni transfrontaliere. Successivamente, un emendamento al Decreto Fisco Lavoro collegato alla Manovra 2022, ha fatto slittare l’abolizione dell‘esterometro al 1° luglio 2022.

Dal 1° luglio 2022 si passerà quindi all’obbligo di fatturazione elettronica per le operazioni con soggetti non stabiliti nel territorio italiano.

Fattura elettronica per l’estero. Il calendario degli adempimenti 2022

Per le operazioni trasfrontaliere effettuate dal 1° gennaio al 30 giugno 2022, sarà necessario inviare:

  • l’esterometro del primo trimestre entro il 30 aprile.
  • l’esterometro del secondo trimestre entro il 31 luglio.

Per l’invio dei dati delle operazioni verso soggetti effettuate dal 1° luglio 2022 occorrerà invece obbligatoriamente utilizzare la Fatturazione Elettronica trasmettendo i tracciati xml tramite il Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate.

Fattura Elettronica, scegli Register.it!

Cerchi una soluzione sicura e completa per emettere fatture elettroniche?

Il servizio di Fatturazione Elettronica  di Register.it è completo e semplice da usare, svolge in automatico tutte le interazioni previste con l’Agenzia delle Entrate e consente di gestire e monitorare tutti gli step di fatturazione da un unico ambiente: dalla creazione della fattura alla trasmissione del documento al Sistema di Interscambio, fino alla conservazione a norma di legge.

La Fatturazione Elettronica di Register.it gratis per 6 mesi, senza alcun software di installazione, ed è perfetto anche per chi ha già un servizio di fattura elettronica perché consente di importare e conservare nel nuovo sistema tutte le fatture già emesse.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto