Domini .eu. Nuovi criteri di registrazione

Domini .eu. Nuovi criteri di registrazione

I domini .eu sono adesso registrabili anche da cittadini europei residenti al di fuori dell’Unione Europea.

Grandi novità nella registrazione dei domini .eu: dal 19 ottobre i cittadini dell’Unione Europea residenti in territorio extraeuropeo possono registrare il proprio nome a dominio .eu.

Cos’è il dominio .eu?

Il dominio .eu è l’estensione geografica che identifica sul web imprese, aziende e cittadini dell’Unione Europea.

Si colloca all’ottavo posto tra i tld nazionali più utilizzati su Internet e conta ad oggi oltre 3,6 milioni di registrazioni distribuite tra i vari paesi europei.

Nuovi criteri di ammissibilità del dominio .eu

Il .eu è stato lanciato nel 2006 e fino ad oggi solo le società e le persone residenti negli Stati membri dell’Unione Europea e nello Spazio Economico Europeo (SEE) avevano diritto a registrare un nome a dominio .eu.

Tuttavia, per venire incontro alle esigenze e alle necessità di un ambiente digitale in continua evoluzione, i criteri di ammissibilità per la registrazione dei domini .eu sono ora stati ampliati a tutti i cittadini UE residenti nel mondo.

A partire dal 19 ottobre, infatti, la registrazione dei domini .eu può essere richiesta da:

  • Un cittadino dell’Unione, indipendentemente dal suo luogo di residenza
  • Una persona fisica residente in uno Stato membro che non sia cittadino dell’Unione
  • Un’impresa stabilita nell’Unione
  • Un’organizzazione stabilita nell’Unione

Il commento di Marc van Wesemael, il CEO di EURid, evidenzia la soddisfazione dell’ente incaricato alla gestione dei domini .eu:

Siamo entusiasti di poter ampliare i criteri di registrazione ai cittadini UE in tutto il mondo. Il dominio .eu è ora più vicino alle ambizioni, alle realizzazioni e ai sogni dei cittadini europei, diventando il ponte che collega famiglie e agli amici che vivono anche al di fuori dell’Unione europea. È un dominio che mostrerà sempre le radici, le vedute e i valori culturali europei.

Diritto di registrazione dei domini .eu: I motivi dell’ampliamento

Le modifiche ai criteri di ammissibilità del dominio .eu eliminano di fatto il requisito della residenza tra le norme di registrazione del TLD europeo. Tale decisione è stata presa principalmente per venire incontro alle problematiche emerse in seguito alla Brexit.

Infatti, come avevamo visto nell’articolo “Dominio .eu e Brexit”, il criterio di residenza all’interno del territorio Europeo metteva a rischio i domini .eu registrati dai cittadini del Regno Unito.

L’ampiamento del diritto di registrazione salva così più di 300 mila domini .eu inglesi che rischiavano di venire cancellati dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto